Edifici in balle di paglia

Le prima case di paglia sono state costruite negli Stati Uniti, verso la fine dell’Ottocento, dopo l’invenzione della macchina imballatrice.  Nate per necessità sono state in seguito apprezzate perché capaci di mantenere il calore d’inverno e il fresco d’estate e per la loro capacità d’isolare acusticamente. Dagli anni ’40 l’uso della paglia fu accantonato per quello del cemento. Fino agli anni ’70, quando Knox e Myhrman riscoprirono e perfezionarono la tecnica. Le prime costruzioni in Europa sono state costruite alla fine degli anni ’90.

La paglia è un materiale naturale acquistabile a basso costo,  ricresce velocemente, è un materiale di scarto cerealicolo presente ovunque, che richiede poca energia per essere assemblato in blocchi compatti ma leggeri, di veloce messa in opera. Deve essere protetta per durare nel tempo, grazie ad intonaci, coperture per la pioggia e fondamenta adeguate.

Le balle di paglia possono essere usate sia per la parte strutturale (per i muri portanti; la tecnica più semplice ed economica) che per il tamponamento. In Italia, per Legge, la struttura deve essere fatta di materiali quali il legno, il ferro e il cemento.

Casa in costruzione

Casa in costruzione
Fonte: earthzine

 

Intonacamento

Intonacamento di una parete di paglia
Fonte: mortarsprayer

 

Quali sono i vantaggi delle costruzioni di paglia:

-tempi di realizzazione veloci (per il rapido montaggio di elementi prefabbricati

-economicità rispetto alle costruzioni in mattoni e cemento (almeno del 20%; del 50% se in autocostruzione)

-basso costo energetico, sia per quanto riguarda la produzione dei materiali costitutivi, anche a “Km zero” come è spesso il caso della paglia, sia durante il ciclo di vita (per efficienza termoisolante paragonabile alla ‘casa passiva’). Grazie alla possibilità di riciclo e degradazione dei materiali le costruzioni di balle di paglia sono a bassissimo costo energetico anche per il loro eventuale smaltimento.

Hewitt Studios-Caffetteria presso l' Herefordshire College of Technology in Gran Bretagna. http://inhabitat.com/super-low-impact-straw-bale-cafe-built-from-local-materials-in-the-uk/

Hewitt Studios-Caffetteria presso l’ Herefordshire College of Technology in Gran Bretagna.
Fonte: inhabitat.com

Le balle in paglia possono anche essere usate per il recupero dell’esistente. Sono sempre  più numerosi i casi in cui vengono usate per foderare muri già costruiti, in mattoni o altro.

Balle di paglia usate per foderare un edificio esistente. ( Arch. Lorenzo Vittori)

Balle di paglia usate per foderare un edificio esistente. ( Arch. Lorenzo Vittori)

 

Indirizzi utili:

Edilpaglia

Casadipaglia